FacebookTwitter

Sostegni e De Robertis (PD): “Contro il femminicidio ottimo l’incremento dei fondi regionali per i centri anti violenza. Urgente attuare nostra mozione per inserimento lavorativo donne che fuggono dalla violenza”.

“Salutiamo con grande soddisfazione la notizia dell’aumento delle risorse per i centri antiviolenza data dal presidente Rossi. Cogliamo l’occasione per chiedere che il Governo regionale dia dunque massima priorità all’attuazione della mozione che il Consiglio regionale ha approvato mercoledì sul tema delle donne vittime di violenza e violenza domestica.” Un plauso e una “impellente” richiesta che arrivano dai consiglieri regionali PD Enrico Sostegni e Lucia De Robertis, autori dell’atto di indirizzo votato il 3 agosto dall’aula di Palazzo Panciatichi che impegna la Giunta a stanziare risorse del Fondo Sociale Europeo “per l’inserimento lavorativo delle donne che hanno avuto il coraggio di uscire, per tempo, da situazioni di violenza e hanno bisogno di tutto pe ricostruirsi la vita”. “La prevenzione – spiegano i due consiglieri regionali – passa anche dalla consapevolezza, per le donne...

TAGLIARE I FILI DELLA VIOLENZA

Il 31,5 % delle donne italiane fra i 16 e i 70 anni ha subito violenza fisica o sessuale almeno una volta nel corso della vita. Si tratta circa di 6 milioni e 788 mila persone (1 donna su 3). Il 35% delle donne nel corso della vita ha subito violenza fisica, psicologica o sessuale di solito da parte di uomini con i quali è legata o lo è stata (più raramente da sconosciuti), e ogni anno alcune di queste storie culminano in un femminicidio (termine coniato da Diana Russel nel 1992 per indicare l’omicidio da parte di un uomo di una donna in quanto donna) che rappresenta l’esito di pratiche sociali misogine. Una realtà sommersa Il femminicidio è a volte il triste finale di una realtà sommersa che riguarda donne le quali vivono la violenza di genere nel quotidiano. Le donne, spesso, non hanno la percezione di ciò che subiscono realmente da anni o da una vita: attribuiscono il comportamento...

Empoli s’incontra’, ecco la cena delle Pubbliche Assistenze per Lilith

L’impegno civico non va in vacanza: al via le prenotazioni per martedì 12 luglio per la cena ‘Empoli s’incontra’, promossa, come da tradizione, dalle Pubbliche Assistenze di Empoli e la F.I.D.A.P.A a sostegno del Centro Aiuto Donna ‘Lilith’ al Parco di Serravalle. L’iniziativa si inserisce all’interno del programma di ‘Pubblicamente Insieme’, la kermesse estiva delle Pubbliche Assistenze che animerà tutta l’estate empolese (segui tutti gli eventi sulla pagina Facebook).   Il programma sarà scandito come segue: Ore 18,30 incontro sul tema “I figli della violenza”: per analizzare e comprendere le conseguenze della violenza, fisica e/o psicologica, sulle vittime indirette. Ore 20,30 inizio della cena solidale con il coinvolgimento di oltre 50 associazioni locali Alle 22 suonano i ‘Full Like an Agg’, una chiave nuova dai Beatles ai Polis..   Per prenotare o maggiori informazioni: 05719806...

Come sostenere il centro aiuto donna LILITH