FacebookTwitter

I Satelliti della Lilith

Nel corso degli anni il Centro Aiuto Donna Lilith delle Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli  ha visto una progressiva crescita nelle richieste di aiuto da parte di donne provenienti da tutti i Comuni dell’Empolese Valdelsa e del Valdarno Inferiore.

 

A fronte della necessità di poter offrire una prima accoglienza sul luogo di provenienza della donna si è sentita l’esigenza di strutturare una rete di collaborazione più stretta con le altre Pubbliche Assistenze del territorio che si è concretizzata nell’apertura di sportelli di ascolto presso nove Associazioni.

Grazie ad un progetto finanziato dal Cesvot è stato reso possibile formare nuove operatrici ed attivare sportelli di ascolto presso le Pubbliche Assistenze di Montelupo Fiorentino, Montespertoli, Fucecchio, Castelfiorentino, Limite sull’Arno, Montopoli V.no, Santa Croce, Castelfranco e presso l’Associazione Forum Permanente delle Donne di Certaldo.

In seguito all’attivazione degli sportelli si sta procedendo verso una fase di supervisione, coinvolgendo, oltre alle operatrici degli sportelli e alle psicoterapeute e agli Avvocati del Centro Lilith delle Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli, anche le Forze dell’Ordine, le Istituzioni ed i Servizi Sociali dei Comuni di riferimento, al fine di mantenere attiva la rete e discutere i casi e le soluzioni che massimizzano la possibilità di intervenire efficacemente nella tutela delle vittime.

 

L’importanza di tale progetto, oltre che nella sua innovatività, sta nelle possibilità che apre.

Le Pubbliche Assistenze infatti, forti della propria capacità di fare rete, hanno sfruttato questa propria peculiarità per creare una vera opportunità di sostegno e tutela alle donne che subiscono violenza in modo da costituire un riferimento diretto sul proprio territorio ed in modo da potersi interfacciare più proficuamente con gli Enti del proprio Comune al fine di poter strutturare interventi più efficaci.

Come sostenere il centro aiuto donna LILITH